MARCO MAZZUCCONI

{"slide_to_show":"1","slide_to_scroll":"1","autoplay":"true","autoplay_speed":"6000","fade":"false","speed":"666","arrows":"true","dots":"false","loop":"true","nav_slide_column":"3","rtl":"false"}
Slider Nav Image

Marco Mazzucconi nasce nel 1963 a Milano dove attualmente vive e lavora.

La collaborazione con Franz Paludetto nasce nel 1988, quando la Galleria di Torino ospita la sua personale, Mostra con vista. Nel settembre dello stesso anno l’artista partecipa alla collettiva Palestra a cura di Vera Vita Gioia presso il Castello di Rivara – Museo d’Arte Contemporanea con gli artisti Albrecht, Andres, Apfelbaum, Breivik, Catelani, Cavenago, Dietrich, Guaita, Kummer, Martegani, Nathan, Pitz, Rost e Szymanski.

Nel 1989 Mazzucconi prende parte nel febbraio ad una collettiva con Arcangeli, Cavenago e Guaita nella Galleria Franz Paludetto di Torino, e nel novembre espone nello stesso spazio con la personale Chance.

Nel febbraio del 1991 partecipa all’iniziativa di dieci giorni in dieci giorni presso la Galleria Transepoca di Milano. Questo progetto, nato dalla collaborazione di Franz Paludetto con Giancarla Zanutti, permise ad artisti italiani e stranieri di esporre un’opera o un’installazione per dieci giorni nello spazio milanese. Nel settembre del ’91 espone al Castello di Rivara nella mostra Paesaggi, esposizione che comprendeva opere paesaggistiche che risalgono alla seconda metà dell’Ottocento, periodo in cui il castello ospitò un cenacolo di pittori protagonisti del paesaggismo Piemontese, successivamente chiamato “Scuola di Rivara”. Tra questi possiamo ricordare Pittara, De Andrade, Avondo, Pastoris, De Avendano, Teja, Rayper, Issel e Bertea. Accanto alle opere di questi pittori, i lavori di artisti italiani e stranieri che al tempo lavoravano e soggiornavano presso il Castello, come Arienti, Bowman, Haha, Hofer, Martegani, Mattioli, Mondino, Vitone e anche Mazzucconi.

Nel 1992 espone al Castello di Rivara con Annuncio d’Identità. Parallelamente partecipa alla collettiva dislocata tra Colonia, Torino, Rivara, Milano, Parigi e Tokyo dal titolo Manifesto, a cura di Benjamin Weil, con gli artisti Bond, Brown, Bulloch, Emrick, Fleury, Gillick, Gonzalez-Foerster, Happier Days, Lucas, Morimura, Scher e Staehle. Nel luglio dello stesso anno è presente all’esposizione Una domenica a Rivara curata da Gregorio Magnani, con Arienti, Airò, Cattelan, Cavenago, Della Vedova, Marisaldi, Martegani, Ruggeri e Vitone.

Nel 1995 prende parte al progetto Museo d’Arte Italiana 1985-1995…

 

1988

Mostra con vista – Galleria Franz Paludetto, Via Pietro Micca 21, Torino

Palestra – collettiva di Mazzucconi con Albrecht, Andres, Apfelbaum, Breivik, Catelani, Cavenago, Dietrich, Guaita, Kummer, Martegani, Nathan, Pitz, Rost, Szymanski – Castello Di Rivara, Piazza Sillano 2, Rivara (TO)

1989

collettiva di Mazzucconi con Arcangeli, Cavenago, Guaita – Galleria Franz Paludetto, Via Pietro Micca 21, Torino

Chance – Galleria Franz Paludetto, Via Pietro Micca 21, Torino

1991

di dieci giorni in dieci giorni – Galleria Transepoca, Via San Carpoforo 5, Milano

Paesaggi – collettiva di Mazzucconi con Arienti, Bowman, Haha, Hofer, Martegani, Mattioli, Mondino, Vitone e opere di Pittara, De Andrade, Avondo , Pastoris, De Avendano, Teja, Rayper, Issel, Bertea – Castello Di Rivara, Piazza Sillano 2, Rivara (TO)

1992

Annuncio d’Identità – Castello Di Rivara, Piazza Sillano 2, Rivara

Manifesto – collettiva di Mazzucconi con Bond, Brown, Bulloch, Emrick, Fleury, Gillick, Gonzalez-Foerster, Happier Days, Lucas, Morimura, Scher, Staehle – dislocata tra Colonia, Torino, Rivara, Milano, Parigi e Tokyo

Una domenica a Rivara – collettiva di Mazzucconi con Arienti, Airò, Cattelan, Cavenago, Della Vedova, Marisaldi, Martegani, Ruggeri, Vitone – Castello Di Rivara, Piazza Sillano 2, Rivara

1995

Museo d’Arte Italiana 1985-1995… – collettiva – Castello Di Rivara, Piazza Sillano 2, Rivara

© Copyright - Castello di Rivara